FESTA DEI LAVORATORI-PRIMO MAGGIO

Published by Rete Indipendente on

Era il 1886 quando dei lavoratori di Chicago dell’Illinois, erano in sciopero da giorni per il mancato rispetto della legge che istituiva il limite delle otto ore lavorative al giorno. Durante le manifestazioni, la polizia sparò sulla folla, uccidendo due persone, mentre gli organizzatori delle manifestazioni furono poi arrestati e processati.
successivamente, nel 1890 la Seconda internazionale socialista decise di promuovere in tutto il mondo la festa dei lavoratori il primo maggio. L’iniziativa divenne perciò un simbolo delle rivendicazioni operaie, di lavoratori che hanno lottato per conquistare diritti e condizioni di lavoro migliori.
E’ ormai il secondo anno che viviamo questa giornata, non festeggiandola ma riflettendo sul suo significato intrinseco e sul periodo che stiamo vivendo. La situazione è ancora troppo critica. Tante lavoratrici e tanti lavoratori hanno perso il proprio posto di lavoro a causa delle incessanti chiusure per fronteggiare l’emergenza sanitaria e a causa delle riduzioni del personale che hanno colpito tutti i settori privati.

Gli incentivi varati dal Governo non sono stati sufficienti proprio perché sono stati pensati come bonus una tantum e non come la base per creare un vero progetto di ricostruzione del Paese, incentivando e aiutando sempre di più le piccole imprese, i commercianti e tutti coloro i quali hanno avuto dei tagli notevoli nel loro fatturato annuale.
L’incertezza e il disagio che già l’anno scorso constatavamo, non ci hanno abbandonato. Per questi motivi è fondamentale avere un progetto strutturale che possa davvero non lasciare nessuno indietro.

Se nel 1970 il nostro Paese introduceva la legge 300 del 20 Maggio in tema di diritto del lavoro, grazie al percorso intrapreso dal sindacalista Giuseppe Di Vittorio, oggi, affrontando questa emergenza sanitaria, abbiamo il dovere di continuare a lottare per i diritti sanciti da quella legge, anche sulla tutela della salute dei lavoratori, proprio come afferma l’articolo 9 dello statuto dei lavoratori, riuscendo a tutelare il diritto alla salute e il diritto al lavoro in questa fase molto critica, così come sancisce la nostra Costituzione.

Categories: Primo Maggio

0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *